Apro l’articolo cogliendo l’occasione per presentarvi la nostra nuova rubrica, “Rumors&Curiosità“, creata appositamente per raccogliere tutto ciò che non si può considerare come vere e proprie notizie (mancando di ufficialità il più delle volte) e per tenervi compagnia, tra un pettegolezzo e l’altro, su questo (probabilmente) ancora lungo tragitto che ci separa dal nuovo capitolo della nostra saga fantascientifica preferita targata BioWare.

 
rubrica_fra

 

Il PAX East 2014, uno degli eventi più importanti del panorama videoludico, si è concluso da pochi giorni in quel di Boston, e a noi fan non resta altro che tirare le somme su ciò che è accaduto sul lato puramente masseffectiano.
Com’era logico aspettarsi, non c’è da annoverare nulla di eclatante, visto che dal fronte BioWare a tenere banco è stato principalmente Dragon Age: Inquisition; ma ciononostante, Mass Effect non è stato completamente assente dall’evento, con ben due conferenze dedicategli.

Foto scattata durante una delle conferenze di BioWare twittata da Joel MacMillan

 
Nonostante non siano ancora reperibili repliche o riassunti delle conferenze, sono emersi un paio di elementi interessanti (anche se non da farvi cadere la mandibola): come riportato dal sito Gamespot, nella parte dedicata alle domande da parte del pubblico, è stato chiesto se il prossimo Mass Effect ci permetterà di intraprendere relazioni omosessuali e inter-specie. A rispondere è stata la scrittrice Cathleen Rootsaert, dicendo “Non possiamo ancora divulgarlo, ma mi limiterò a dire che l’inclusività è parte del mandato della BioWare. Quindi faremo del nostro meglio.”
A chi invece chiedeva quali piattaforme si stiano considerando per il nuovo Mass Effect, il direttore artistico Joel MacMillan ha risposto che “È abbastanza complicato rispondere ufficialmente a questa domanda, ma la nuova generazione [Xbox One e Playstation 4] sembra fantastica così come Mass Effect è un gioco (visivamente) fantastico!” (per smorzare sul nascere piccole incomprensioni, ci tengo a precisare che non intendeva dire che sarà fantastico solo dal punto di vista grafico, ma parlando di piattaforme su cui girerà è normale che si nomini solo il lato tecnico, oltre al fatto che in inglese la risposta di MacMillan creava una specie di gioco di parole, n.d.r.).

Ma giusto per mettere un po’ più di pepe, voglio addentrarmi nella speculazione più selvaggia (quindi badate bene di prenderla con le solite pinze, anche più del dovuto, visto che più che rumor si tratta di una semplice presupposizione), riportandovi un post su Reddit di un utente che ha presenziato alla conferenza sul compleanno di Shepard. Tenauri (il nome dell’utente su Reddit) ci fa sapere che l’unico momento degno di nota della conferenza per chi aspettava novità sul nuovo capitolo, è stata la domanda “Sappiamo dalla scena dopo i titoli di coda che la leggenda di Shepard verrà raccontata molti anni dopo, ma qual è la reazione alle imprese di Shepard subito dopo la battaglia sulla Terra?” alla quale è stata data la risposta “Non possiamo proprio parlarne in questo momento” (e a detta della blogger Ashe, aka Ladyinsanity, su Twitter, hanno sogghignato un bel po’ nel dirlo). Molto probabilmente non significa nulla, sappiamo che la BioWare usa il “no comment” spesso e volentieri in questo delicatissimo periodo, eppure potrebbe anche trattarsi di una velata conferma di un possibile sequel.
Non ci resta che aspettare per avere delle conferme o delle smentite (sempre se si voglia dare un minimo di credito a queste ipotesi)!

 

 

Ma Mass Effect non è stato presente solo nelle conferenze ufficiali BioWare; infatti durante il PAX East si è tenuto anche l’evento “Mass Effect Cast Cosplay”, al quale hanno partecipato i doppiatori rispettivamente di Thane Krios e Ashley Williams, Keythe Farley e Kimberly Brooks, e i Face Model di Kaidan Alenko e Samara, Luciano Costa e Rana McAnear, i quali, rigorosamente vestiti come i propri personaggi, hanno risposto alle domande dei fan. In questo caso, chi è interessato può rivedere l’evento al seguente link.

 

Foto condivisa su Facebook da Luciano Costa. Da sinistra verso destra, Luciano Costa, Kimberly Brooks, Rana McAnear e Keythe Farley

Leave a Reply