Codex Galattico – Nozioni di base


Codex Galattico – Nozioni di base


Benvenuti Sulla Cittadella
Gli umani che vivono nel Braccio di Perseo della Via Lattea dovrebbero conoscere la lunga storia che precede il loro arrivo in questa regione, in modo da facilitare le relazioni con le specie aliene e garantire la stabilità dei rapporti diplomatici. Solo così l’umanità potrà finalmente ritagliarsi un ruolo di prestigio nella comunità galattica.
▹ Cronologia della Cittadella (in anni terrestri e galattici)
Questa cronologia è basata sull’anno galatico standard (AGS). Tutti i pianeti che ospitano forme di vita umanoidi si trovano a una distanza simile dalla stella del proprio sistema, quindi la maggior parte delle civiltà avanzate calcola gli anni più o meno allo stesso modo. L’anno galattico standard è una media dell’anno asari e di quello salarian. Nella seguente cronologia relativa alla storia della Cittadela, un anno galattico standard equivale a 1,043 anni terrestri.

▹ L’eredità dei Prothean
Molti millenni fa, i Prothean erano l’unica specie della galassia conosciuta in grado di viaggiare nello spazio.
Si espansero in tutto il Braccio di Perseo, utilizzando i portali galattici per spostarsi tra i sistemi che avevano colonizzato. Per ragioni non ancora chiarite, circa 50.000 anni fa un cataclisma si abbattè sull’intera civiltà dei Prothean.
Nonostante la loro scomparsa, i Prothean hanno lasciato un’importante eredità. Tutte le tecnologie più avanzatte della galassia conosciuta, infatti, si ispirano a presunti manufatti Prothean.
Si ritiene che siano stati loro a costruire i portali galattici, una vastissima rete di trasporto che consente di viaggiare istantaneamente da una regione all’altra della galassia. Anche la Cittadella, un’enorme stazione spaziale nella Nebulosa del Serpente, è rimasta praticamente intatta. Considerata la massima espressione della tecnologia Prothean e mantenuta in funzione nel corso dei secoli da una misteriosa specie nota come i Custoddi, oggi la Cittadella è il cuore dell’economia, della cultura e della politica dello spazio civilizzato. Ospita inoltre la sede del Consiglio della Cittadella, l’organo esecutivo che ha il compito di risolvere eventuali dispute intergalattiche tra le varie specie che popolano lo spazio.
Grazie alle esplorazioni condotte dalle Asari, dai Salarian e da altre specie senzienti e in seguito alla creazione del Consiglio, la civiltà galattica iniziò una lenta e costante espansione nei secoli. Quando veniva aperto un nuovo portale galattico e si incontrava una specie sconosciuta, il Consiglio invitava quest’ultima a unirsi al resto della comunità. In genere, tuttavia, non veniva offerto subito un seggio nel Consiglio.
Questa fu un’epoca turbolenta: gran parte delle nuove specie si rivelarono ostili, anche se la loro tecnologia non poteva certo competere con quella delle specie del Consiglio. I brevi conflitti si risolvevano di norma nella resa da parte delle nuove specie e nella firma di un accordo per entrare a far parte della comunità galatica, a beneficio di entrambe le parti.
▹ I portali galattici

Quella dei portali galattici rappresenta la tecnologia prothean che più ha influenzato l’umanità. Questa incredibile rete di trasporto unisce la praticità del viaggio iperluce a una navigazione estremamente precisa. Il primo portale galattico noto all’umanità, sepolto tra i ghiacci della luna di Plutone, collegava il Sistema Solare direttamente al cuore della comunità intergalattica che conosciamo oggi.
▹ La Cittadella
La cittadella, una gigantesca stazione spaziale multilivello nella densa Nebulosa del Serpente, esiste da tempo immemore. Nessuno è mai stato in grado di stabilire quando venne costruita.
Molti ritengono che i Prothean l’avessero creata al culmine del loro impero, mentre alcuni credono che la sua costruzione sia adiruttura precedente. Nei 50.000 anni che hanno seguito l’estinzione dei Prothean, numerose specie interstellari hanno designato la Cittadella come la loro dimora.
Oggi è il centro politico, culturale, e finanziario dell’intera comunità galattica. Per difendere e promuovere i propri interessi, le specie spaziali più avanzate hanno aperto delle ambasciate nel presidium, l’anello interno della stazione. Dal Presidium si estendono cinque braccia chiamate “agglomerati”, ricoperte da vaste metropoli abitate da milioni di abitanti di tutte le specie.
La Cittadella è costruita con lo stesso materiale dei portali galattici, virtualmente indistruttibile. In caso di attacco, la stazione può chiudere le braccia per formare un guscio impenetrabile, proteggendo chiunque si trovi a bordo. Inoltre è circondata da una densa nebulosa e sorvegliata da una flotta imponente, ulteriori difese che rendono la Cittadella inespugnabile per qualsiasi forza ostile.
▹ L’arrivo delle Asari
Circa 2.700 anni fa, le Asari scoprirono la cittadella durante la loro prima esplorazione della galassia tramite i portali galattici. Decisero di stabilire una base sulla stazione e di continuare ad aprire altri portali, ampliando i confini dell’Universo esplorato. All’epoca le asari si ritenevano la specie più intelligente e avanzata della galassia, e in effetti erano le uniche in grado di creare campi di forza e usare i portali galatici. Anche se oggi altre specie hanno acquisito queste conoscenze, le asari sottolineano con un certo orgoglio di essere state le prime in assoluto.
▹ L’arrivo dei Salarian
I Salarian, un’altra specie avanzata, trovarono la cittadella solo qualche decennio dopo. Le asari gli proposero di fondare insieme il consiglio della cittadella, allo scopo di mantenere l’ordine e la pace in tutta la galasia. Le sempre più numerose specie che in viaggio nello spazio sarebbero arrivate inevitabilmente sulla cittadella, sarebbero state accolte dalle specie del consiglio, sempre attente a mantenere il controllo della stazione.
▹ La Guerra dei Rachni
Alcuni conflitti tra le varie specie della galassia sono stati più gravi di altri. Nell’anno galattico 500 (intorno all’anno 0 della cronologia terrestre) una specie estremamente aggressiva di creature insettoidi chiamate Rachni si lanciò alla conquista della galassia. Per quasi un secolo, i rachni conquistarono un pianeta dopo l’altro, annientando o sottomettendo senza pietà tutti i loro abitanti. Per la prima volta il consiglio della cittadella sembrò impotente nella veste di organo di mediazione e di tutela della sicurezza. I rachni potevano essere sconfitti solo da un avversario altrettanto forte. la cittadella aveva bisogno di potenti alleati per combattere una guerra tanto lunga.

▹ L’arrivo dei Krogan
L’alleanza con i Krogan, una specie che le asari e i salarian consideravano da sempre inferiore, fu il vero punto di svolta della Guerra dei Rachni. Potendo contare sulla forza bruta dei guerrieri krogan, le armate della cittadella furono in grado di contrastare l’espansione dei rachni. I krogan non si limitarono a sconfiggere i rachni, ma li distrussero completamente.
In genere, il consiglio della cittadella non avrebbe mai autorizzato una soluzione così drastica, ma dopo un secolo di guerre inesorabili l’estinzione dell’intera specie nemica sembrava l’unica soluzione possibile. Al termine del conflitto, i krogan vennero celebrati come eroi. Inoltre, per via del loro straordinario tasso di natalità, il periodo successivo alla Guerra dei Rachni vide una loro forte espansione demografica.
Gli venne addirittura concesso un pianeta su cui insediarsi e tutte le risorse che la cittadella riuscì ad accumulare per sostenere il loro sviluppo. ma a un certo punto ci si rese conto che i krogan si erano espansi troppo. L’unico fattore che sembrava frenare il loro boom demografico era la morte in battaglia. Negli anni successivi, il pianeta offerto dalla cittadella si dimostrò insufficiente per i krogan, che iniziarono a conquistare i vicini mondi abitati costringendo all’esilio le specie locali. Le occupazioni dei krogan erano molto violente, e il loro elevato indice di natalità mise presto in minoranza le popolazioni indigene.
Queste invasioni e la resistenza da parte dei locali degenerarono intorno all’anno galattico 1200 in una serie di rivolte dei krogan. Il consiglio della cittadella si trovò ancora una volta in difficoltà: da nuovi garanti della sicurezza, i krogan erano diventati la principale minaccia per la pace galattica e la gratitudine non poteva compensare il caos imminente.
▹ La pace galattica
Dopo l’ingresso dei turian, le specie del consiglio sono rimaste tre fino ai giorni nostri. Sotto la guida delle “tre grandi specie”, come vengono talvolta definite, la galassia trascorse un lungo periodo di pace, espansione e progresso. Sebbene non fossero mancate situazioni di conflitto o instabilità, per 1200 anni il consiglio della cittadella ha visto se stesso l’impero più potente e prospero dell’intera storia galattica. Grazie alla rete dei portali galattici prothean e al fatto di non avere alcun rivale militare o economico, il consiglio della cittadella riuscì a costruire nuove colonie senza alcuna difficoltà. Oltre a scoprire nuovi utilizzi dell’elemento zero, tutte le specie trassero beneficio dagli enormi progressi compiuti in campo medico.
La rinascita dell’arte e dell’architettura rese questa civiltà la più amirata e invidiata nell’universo conosciuto. Oggi gli storici umani hanno capito che, dal punto di vista del cittadino medio dello spazio della cittadella, qualsiasi influenza o cambiamento esterno può essere percepito solo come un disturbo o una minaccia.
▹ L’arrivo degli Umani
Per valutare attentamente l’impatto della civiltà umana nel Braccio di Perseo della galassia è necessario assumere un approccio estremamente obiettivo. Dal punto di vista umano, per la Terra questa è una nuova epoca di grandi scoperte. Dopo la creazione di alcune colonie stabili sulla Luna e su Marte, fu solo con il ritrovamento delle rovine prothean su Marte nel 2148 che gli umani capirono di non essere soli nell’universo. La scoperta di un portale galattico ai confini del sistema solare, avvenuta nel 2156, consentì all’umanità di spingersi verso pianeti remoti e sconosciuti. I dubbi su come colonizzare mondi incompatibili con la natura umana si dissolsero al nostro atterraggio su Eden Prime, che presentava un’atmosfera simile a quella terrestre. Era il pianeta perfetto per ospitare la prima colonia umana oltre i confini del sistema solare.

▹ La Guerra del Primo Contatto
Il primo contatto dell’umanità con una specie aliena risale al 2157.
In quel periodo l’Alleanza permetteva alle sue flotte d’esplorazione di attivare tutti i portali galattici scoperti, una pratica considerata pericolosa e irresponsabile dalle specie del consiglio. Quando una pattuglia turian sorprese una flotta umana che cercava di attivare un portale, non esitò ad aprire il fuoco. L’unica nave umana sopravvissuta all’attacco ripiegò verso la colonia di Shanxi. I turian la seguirono fino al pianeta, occupandolo dopo aver eliminato rapidamente tutte le forze locali. Ancora oggi, Shanxi è l’unico pianeta umano a essere mai stato conquistato da una specie aliena.
I turian credevano che le poche navi umani distrutte fossero il grosso delle difese nemiche. Per questo furono colpiti di sorpresa dal violento contrattacco sferrato dalla seconda flotta dell’ammiraglio Kastanie Drescher, che li costrinse a lasciare Shanxi. Subito dopo, i turian si prepararono a una guerra su vasta scala attirando l’attenzione dell’intera galassia, ma il consiglio intervenne in tempo obbligando le due fazioni a siglare una tregua.
Così la breve Guerra del Primo Contatto terminò con una soluzione diplomatica. Anche se oggi queste vicende sembrano molto distanti, gli umani che si trovano a stretto contatto con i turian devono conoscerle per capire il clima di diffidenza che circonda la nostra specie.
La Guerra del Primo Contatto influenzò anche altre civiltà del Braccio di Perseo. Fino all’arrivo degli umani, infatti, l’esercito dei turian era considerato imbattibile. Altre specie erano entrate nello spazio della cittadella dopo l’arrivo dei turian, ma nessuna poteva rivaleggiare con la loro potenza militare. L’umanità attirò l’attenzione della comunità galattica, modificandone gli equilibri e sollevando qualche preoccupazione.
▹ Le Convenzioni della Cittadella

Il consiglio della cittadella impone il rispetto delle convenzioni della Cittadella, redatte per impedire alle civiltà spaziali di utilizzare armi che potrebbero causare danni a lungo termine ai rari pianeti temperati della galassia.
La tecnologia moderna inftti consente di distruggere completamente ampie regioni in modo rapido ed economico. A livello generale, le convenzioni della cittadella proibiscono l’uso delle armi di distruzione di massa (ADM), vale a dire sistemi in grado di produrre variazioni ambientali a lungo termine e di portata planetaria. Una bomba la cui esplosione provoca solo un grande cratere non è considerata una ADM, al contrario di una bomba che solleva uno strato di cenere capace di far estinguere qualsiasi forma di vita sul pianeta.
Le convenzioni vietano espressamente l’uso di ADM nei “pianeti giardino”, cioè quelli con un’ecosfera in grado di supportare dal punto di vista economico e naturale un gran numero di abitanti. Pianeti come la Terra, Thessia (il mondo natale delle asari)e Palaven (quello dei turian) rientrano proprio in questa categoria, mentre sono esclusi, per esempio, i mondi ostili ricoperti di lava nelle aree inesplorate della galassia.
I pianeti giardino sono relativamente rari e molto preziosi: tutte le forme di vita intelligenti giudicano con orrore la deliberata opera di distruzione di questi paradisi naturali. Se un pianeta abitabile viene devastato, per milioni di anni non sarà più in grado di ospitare la vita.
▹ Il Servizio di Sicurezza della Cittadella (SSC)
L’SSC è la principale forza di polizia interna della cittadella. Anche se la sua composizione è in costante evoluzione, l’SSC recluta nuovi agenti dalle forze militari e di polizia di quasi tutte le specie conosciute al consiglio. Prestare servizio nell’SSC per i canonici cinque anni è considerato un grande onore.
▹ Gerarchia Militare dell’Alleanza dei Sistemi
L’esercito dell’alleanza dei sistemi umana è fonte di grande preoccupazione per le altre specie della galassia.
Spesso considerati irrequieti, avidi e troppo impulsivi, gli umani hanno sfidato apertamente il potere assoluto delle specie del consiglio.
Dopo appena due anni dal primo incontro con i turian, l’allenza creò delle imponenti flotte di navi da guerra e rinnovò completamente le proprie tattiche di battaglia ispirandosi a quelle nemiche. Le operazioni militari dell’esercito dell’alleanza prevedono l’utilizzo di diverse tipologie di armi.
I suoi punti di forza sono il fuoco di supporto, la flessibilità e la rapidità di azione. E’ una forza armata volontaria piuttosto piccola rispetto a quella delle principali specie della galassia. Infatti, meno del 3% degli umani si offre volontario per prestare servizio, una percentuale di gran lunga inferiore a quella delle altre specie. La scarsità di uomini dell’alleanza viene compensata dal supporto di sofisticate intelligenze virtuali (IV), da grandi quantità di armi di supporto (droni, artiglieria, contromisure elettroniche), dall’estrema mobilità delle squadre e dall’iniziativa individuale.
▹ Spettri
Noti in tutta la galassia, gli Spettri sono agenti militari d’èlite rigorosamente selezionati, soprattutto tra i candidati delle specie del consiglio.
Gli spettri godono di libertà e poteri di gran lunga superiori a quelli garantiti dai semplici diritti di cittadinanza, e ciò gli consente di accedere a informazioni e località estremamente riservate. Gli spettri sono autorizzati e preparati ad affrontare qualsiasi minaccia alla stabilità della comunità galattica. Spesso agiscono al di fuori delle leggi galattiche, usando qualsiasi mezzo necessario per preservare l’ordine e la sicurezza.
I candidati che hanno l’onore di essere accettati tra gli spettri ricevono l’addestramento più avanzato in assoluto nella propria specialità (combattimento, biotica o tecnologia) dai maggiori esperti delle specie della cittadella.

Gli spettri hanno accesso all’equipaggiamento più sofisticato della galassia, possono utilizzare liberamente i sistemi di comunicazione e tenersi in contatto con le istituzioni più importanti, compreso lo stesso consiglio della cittadella. Gli spettri rispondono del proprio operato unicamente al consiglio. Anche se talvolta ricevono incarichi o missioni specifiche, in genere hanno l’autorità per perseguire il loro fine ultimo, ossia la difesa della stabilità galattica.
Di solito lavorano da soli o in gruppi di due o tre agenti, viaggiando per la galassia e risolvendo crisi di varia natura.
La loro reputazione può variare molto: alcuni sono considerati killer spietati, altri dei modelli da imitare. A ogni modo, il loro tratto comune e distintivo è l’abilità di portare sempre a termine la propria missione… in un modo o nell’altro. L’intervento di uno spettro è meno ostile e intrusivo dello schieramento di un contingente militare, e indica l’interesse del consiglio nei confronti di una particolare situazione.
Spesso vengono inviati nelle “zone calde” per negoziare un trattato di pace o eliminare brutalmente la fazione aversaria; l’esito dipende dalle caratteristiche e dalla reputazione dello spettro selezionato per l’incarico.
▹ Principali corporazioni attive nella galassia
Oltre alle organizzazioni governative ufficiali, è importante conoscere le principali corporazioni private della galassia.
Ecco un breve elenco delle compagnie più importanti.
Binary Helix (BH) Leader nel campo dell’ingegneria e della biotecnologia. E’ particolarmente attiva su Noveria, un pianeta che offre ottima protezione contro luddisti, sostenitori della superiorità organica e altri gruppi fondamentalisti.
Conatix Industries Una compagnia specializzata in impianti biotici, principalmente quelli che consentono l’uso di poteri telecinetici.
Servizio Controllo Rischi Elanus (SCRE) Un’agenzia di sicurezza privata che offre un’ampia gamma di servizi, dalla gestione di un singolo evento pubblico alla protezione di compagnie e navi con mercenari professionisti. Inoltre, la Elanus produce una serie di armi letali e non-letali.
ExoGeni Corporation Compagnia che ha finanziato l’insediamento di numerose colonie umane per promuovere l’esplorazione della galassia. Si è assicurata i diritti di sfruttamento di pianeti che potrebbero avere risorse o resti di tecnologie aliene non ancora scoperte.
Nashan Stellar Dynamics Una corporazione umana che produce componenti per navi spaziali.
Corporazione per lo Sviluppo di Noveria (CSN) Una holding che ha occupato il pianeta Noveria per conto di una ventina di importanti società del settore dell’alta tecnologia.
Synthetic Insights, Ltd. Una delle quattro corporazioni autorizzate dal consiglio della cittadella a sviluppare programmi di intelligenza artificiale. Molto attiva su Noveria, dove l’estrema sicurezza consente di condurre esperimenti senza disturbi da parte di organizzazioni ostili.
▹ Interazioni tra umani e altre specie
La conoscenza delle altre culture può favorire enormemente l’interazione costruttiva e pacifica tra le varie specie della galassia. Si possono trarre insegnamenti utili anche dalla storia delle civiltà estinte, come per esempio quella dei rachni. Questi sforzi sono fondamentali se si vuole creare un clima di comprensione reciproca e scongiurare nuovi conflitti armati nel Braccio di Perseo della galassia. Uno degli aspetti che abbiamo monitorato negli organi di informazione non-umani è la loro percezione dell’umanità. Oltre a sforzarci di comprendere le altre specie, per moi è altrettanto importante valutare come veniamo visti da coloro che consideriamo “alieni”.
La nostra Guerra del Primo Contatto con i turian segnò la fine di quasi 1200 anni di pace galattica ininterrotta. A torto o a ragione, per questo gli umani vengono ancora considerati aggressivi e pericolosi da molti media alieni, delle mine vaganti che mettono a repentaglio la stabilità della galassia. Dobbiamo fare il possibile affinchè i nostri sforzi diplomatici e la nostra ambasciata sulla cittadella, aperta appena 20 anni fa, possano migliorare la nostra immagine. Molte altre specie nutrono nei confronti dell’alleanza dei sistemi umana e delle sue flotte una profonda ammirazione, che talvolta sconfina nel timore.
Dopo la Guerra del Primo Contatto, il fatto che una specie giovane come quella umana avesse dato del filo da torcere ai turian, considerati i più potenti della galassia dal punto di vista militare, suscitò grandissimo clamore.
La nostra espansione nella grande comunità galattica, nel tentativo di ritagliarci un ruolo di primo piano, deve fare i conti con tutti questi aspetti. Dobbiamo evitare di alimentare la reputazione di nuovi arrivati indifferenti, senza rinunciare alle opportunità di espandere la nostra influenza. Come in tutte le grandi imprese, la conoscenza è potere. Studia bene.
▹ Asari


(Plurale: Asari) Le Asari sono una specie umanoide unicamente di sesso femminile nota per la sua saggezza, la sua intelligenza e le avanzate capacità biotiche. Essendo state le prime a scoprire la cittadella, le asari hanno un ruolo speciale nella comunità galattica moderna.
Anche se la loro sicurezza può risultare eccessiva, al limite dell’arroganza, le asari compiono spesso gesti altruistici e generosi, tanto che le altre specie desiderano sempre consultarsi con loro prima di prendere una decisione importante. La struttura cellulare delle asari possiede delle eccezionali capacità rigenerative.
Pur non potendo guarire dalle ferite in modo sensibilmente più rapido rispetto alle altre specie, molte di loro riescono a raggiungere i 1000 anni d’età. Anche se appartenenti a un solo genere, non sono asessuate come le forme di vita unicellulari. Sono tutte di sesso femminile. Ogni asari fornisce due copie dei propri geni alla nuova nascitura. Il secondo set genetico viene modificato durante il particolare processo di “fusione”, unico in tutta la galassia. Durante la fusione, le asari adeguano volontariamente gli stimoli elettrici del proprio sistema nervoso a quelli del partner, indipendentemente dal sesso o dalla specie di quest’ultimo.
Quando è in stato di eccitazione sessuale, il sistema nervoso delle asari invia e riceve impulsi direttamente attraverso la pelle. In pratica, la asari e il suo partner diventano per breve tempo un unico sistema nervoso. Questo metodo di riproduzione è il motivo per cui quasi tutte le asari sono biotiche eccezionali.
La loro abilità di controllare volontariamente gli impulsi nervosi è molto simile a quella che si apprende durante l’addestramento biotico.
Le asari credono che le qualità migliori delle proprie figlie provengano sempre dal “padre”, anche se non è mai stato dimostrato scientificamente.
Le asari vivono per secoli attraversando tre stadi vitali.
Nel primo stadio, quello della giovinezza, esplorano la galassia e interagiscono con altre specie per accrescere le proprie conoscenze; nel secondo prendono il nome di “Matrone” e iniziano a riprodursi; nello stadio finale diventano “Matriarche” e smettono di generare figlie, assumendo il ruolo di leader e consigliere al vertice della società asari. La transizione da uno stadio vitale all’altro non è legato all’età, ma avviene quando una asari decide di evolversi ritenendo di aver raggiunto un adeguato livello di saggezza.
▹ Elcor

(Plurale: Elcor) Gli Elcor sono esseri di grandi dimensioni e dal volto appiattito con lunghi arti che toccano terra. Sono membri della cittadella, ma non hanno un seggio nel consiglio. Gli elcor si affidano prevalentemente al linguaggio del corpo e ai feromoni per comunicare tra loro, usando la postura, la posizione degli arti e gesti impercettibili per creare sfumature semantiche che nessun altra specie della galassia può comprendere.
La lingua degli elcor: utilizzando questo sofisticato sistema gestuale, gli elcor non hanno mai sviluppato un apparato vocale in grado di riprodurre le varie sfumature emotive. Il loro tono di voce è sempre neutrale e monocorde, qualunque sia il loro umore. Consapevoli che questa loro particolarità può creare spiacevoli malintesi con altre specie, gli elcor sottolineano spesso il loro stato d’animo con aggettivi molto chiari e definiti.
Esempio: “No, con sincera ammirazione, credo che sia molto più intelligente. E’ molto celebre tra gli umani. Ironico, se fossi stato più attento lo avresti saputo anche tu.”
▹ Geth

(Plurale: Geth) I Geth sono una specie umanoide bipede di IA collegate in rete e stabilitasi nei Sistemi Terminus. Furono creati circa 300 anni fa dai Quarian per ricoprire il ruolo di operai e soldati a basso costo. Non appena i geth mostrarono i primi segni di ribellione, i quarian decisero di sterminarli tutti.
Ma i geth riuscirono a sconfiggere i propri creatori.
Questa vicenda portò a una repressione legale e sistematica di tutte le intelligenze artificiali presenti nella comunità galattica. Una nebulosa oscura formata da gas e pulviscolo, chiamata Velo di Perseo, separa lo spazio dei geth dai sistemi terminus. Per questo le attività dei geth nei loro sistemi rimangono in larga parte sconosciute.
▹ Hanar

(Plurale: Hanar) Gli Hanar sono una specie luminescente simile alle meduse terrestri. In effetti, il termine “medusa” è considerato un grave insulto per un hanar. Sono membri della cittadella, ma non hanno un seggio al consiglio. Moltissimi hanar venerano i prothean (che loro chiamano “illuminati”) per via delle numerose rovine sparse su Kahje, il loro pianeta natale. Credono che questa antica specie li abbia elevati culturalmente insegnandoli l’arte del linguaggio e della conversazione.
La lingua degli hanar: gli hanar sono noti per la loro eccessiva cortesia e il loro modo di parlare preciso e scrupoloso. Solo piccole e isolate enclavi commerciali aliene possono insediarsi sui pianeti degli hanar, dato che questi ultimi tollerano a fatica il linguaggio “improprio” delle altre specie.
Per questo, gran parte della comunità galattica li considera degli snob arroganti.
I nomi degli hanar: tutti gli hanar hanno due nomi. Il nome “manifesto” è noto a tutti, mentre quello “spirituale” viene usato solo nelle relazioni più intime e confidenziali. In una conversazione con qualcuno che conosce solo il loro nome manifesto, non si riferiscono mai a se stessi parlando alla prima persona singolare, cosa che sarebbe considerata maleducata.
In queste occasioni preferiscono utilizzare espressioni come “il sottoscritto” o ricorrere alla forma impersonale.
▹ Custodi
(Singolare: Custode) I Custodi sono una specie insettoide molto docile e dai molteplici arti noti per la loro attitudine al lavoro estremamente metodica. Ricordano una razza di afidi intelligenti, che servono esclusivamente per mantenere e curare la cittadela.
Muti ma estremamente intelligenti, i custodi comunicano tra loro utilizzando immagini telepatiche. Essendo del tutto innocui e concentrati unicamente sulle loro mansioni, sono quasi invisibili per le altre specie della cittadella.
Loro stessi restano indifferenti nei confronti degli alieni, anche se hanno dimostrato una certa tendenza ad aiutare i nuovi arrivati a integrarsi a bordo della stazione.
▹ Krogan

(Plurale: Krogan) I Krogan sono rettili massicci e brutali, con la fama di guerrieri crudeli e spietati. Spesso considerati i “cattivi” della galassia, sembrano nutrire un odio profondo nei confronti di quasi tutte le specie.
Possono vivere centinaia di anni e un tempo riuscivano a riprodursi in gran numero, tanto che erano diventati la specie più numerosa e a più rapida diffusione della galassia.
Durante la Rivolta dei Krogan, tuttavia, i turian decimarono la loro popolazione e impiegarono un’arma biologica per ridurre il loro tasso di natalità allo 0,1 %.
▹ Quarian
(Plurale: Quarian) I Quarian sono nomadi con sembianze umanoidi più bassi e leggermente più snelli degli umani.
Il loro abbigliamento tipico è formato da numerosi indumenti di ogni foggia o dimensione che li coprono interamente, mentre i loro volti sono nascosti da occhialoni e maschere di respirazione. Alcuni credono che i quarian siano in realtà degli esseri cibernetici, capaci di sopravvivere per breve tempo nel gelido vuoto spaziale.
Secondo altri, si sono semplicemente abituati a vivere nelle loro trasandate stazioni spaziali di fortuna, al punto di non togliersi mai le loro tute di sopravvivenza. Tutto ciò che possiedono o che indossano ha un aspetto logoro e malandato. Sono stai i quarian a creare l’intelligenza artificiale dei geth.

Non appena i geth mostrarono i primi segni di ribellione, i quarian decisero di sterminarli tutti. Mai i geth vinsero la guerra, costringendo i loro creatori a vivere a bordo di un’enorme flotta malconcia in perenne movimento. I quarian vengono visti con diffidenza da molte specie della galassia, sia per il loro nomadismo sia per aver creato i pericolosi e misteriosi geth.
I nomi dei quarian: nome proprio + “Nar” (figlio di) o “Vas” (membro dell’equipaggio di) + nome della nave.
I giovani quarian vengono identificati come figli di una nave o di una colonia pur possedendo il suffisso “Nar”.
Invece, i quarian che hanno completato il loro rito di passaggio e che si sono conquistati un posto sulla nave o sulla colonia usano “Vas” al posto di “Nar”.
▹ Volus
(Plurale: Volus) I Volus hanno una corporatura bassa e tozza.
Quando sono lontani dal loro pianeta natale, indossano abiti pesanti e particolari respiratori. Sono membri della cittadella, ma non hanno un seggio nel consiglio. I Volus sono formalmente controllati dai turian, pur godendo della massima libertà e indipendenza. Considerato lo scarso interesse dei turian nei confronti delle questioni economiche e finanziarie, i volus svolgono il ruolo di banchieri e commercianti nella loro società.
I nomi dei volus: I volus hanno tutti due nomi, ma nessuno di essi è un nome di famiglia. Nella loro cultura, infatti, è impossibile “possedere” una persona, quindi un genitore non può avanzare alcun diritto di “proprietà” nei confronti dei proprio figli. I nomi dei volus sono in genere molto semplici, formati al massimo da 3-4 sillabe.
Esempio: Dor Korkan, Barla Von, Col Alal.
La lingua dei volus: i volus tendono a riferirsi ai membri delle altre specie citando il loro mondo natale. Esempio: “Non sapevo che anche i terrestri fossero stati accettati tra gli spettri.”
▹ Rachni
(Plurale: Rachni) Anche se oggi sono ormai estinti, un tempo i Rachni furono una grave minaccia per la pace galattica.
Creature insettoidi intelligenti e in grado di viaggiare nello spazio, i rachni conquistarono numerosi pianeti nei loro remoti sistemi.

Hanno un aspetto terrificante e possono maneggiare armi, anche se in battaglia preferiscono utilizzare le loro code micidiali.
I rachni sono potenti guerrieri guidati da un’intelligenza collettiva e che rispondo solo alla regina che li ha generati.
La loro missione durante la Guerra dei Rachni era semplice: conquistare e colonizzare nuovi mondi per stabilire nuove “tane” e spazzare via le altre specie. L’attivazione del portale galattico che collegava i sistemi dei rachni al resto della galassia scatenò un nuovo, terribile nemico contro le specie del consiglio e i loro alleati.
Dopo questo tragico evento della storia galattica, gran parte delle specie attivano solo i portali galattici di cui si conosce la destinazione.
▹ Salarian
(Plurale: Salarian) I Salarian sono esseri muscolosi e simili ai camaleonti terrestri con un’aspettativa di vita relativamente breve (40 anni al massimo). Per questo sono costretti a riprodursi molte volte per garantire la sopravvivenza della specie.

Dato che il 90% dei salarian è di sesso maschile, le femmine ricoprono un ruolo di grande prestigio nella loro società. I salarian furono la seconda razza a unirsi al consiglio. Scoprirono la cittadella durante le loro missioni di esplorazione nello spazio.
Subito dopo furono invitati a unirsi al consiglio dalle asari, le quali pensarono che un’alleanza avrebbe portato più benefici di un conflitto per mantenere il controllo della stazione. I salarian sono noti per le loro avanzate conoscenze tecnologiche e le abilità di spionaggio e raccolta di informazioni. Sebbene siano rapidi, scaltri e sempre informati su tutto, i salarian sono generalmente onesti e sinceri, tanto che godono di una buona reputazione presso quasi tutte le specie della galassia.
I nomi dei salarian: mondo natale + nazione + città + distretto + nome del clan + nome personale.
Nella vita di tutti i giorni utilizzano solo il nome personale e quello del clan, entrambi validi per farsi riconoscere o interagire con altre specie. Per esempio, se il nome completo di un salarian è “Gorot II Heranon Mal Dinest Got Inoste Ledra” (Gorot II=mondo natale; Heranon=nazione; Mal Dinest=città; Got=distretto), verrà chiamato o Inoste (nome del clan) o Ledra (nome personale).
▹ Turian

(Plurale: Turian) I Turian sono una delle tre specie con un seggio nel consiglio della cittadella. La loro società autocratica è fondata sulla disciplina e su una concezione di onore personale e collettivo estremamente radicata. Oggi i turian sono il “braccio armato” del consiglio e utilizzano il loro imponente esercito per difendere la pace e l’ordine nella galassia contro la pirateria e altre minacce esterne. Il loro pianeta natale è Palaven.

CREATURE PIU’ COMUNI
Diversi pianeti del Braccio di Perseo sono abitati da specie animali particolarmente interessanti e pericolose.
▹ Divoratori
Una specie piuttosto rara tipica degli ambienti più ostili della galassia. I Divoratori sono creature solitarie e in genere sullo stesso pianeta se ne trovano al massimo due o tre esemplari. Si spostano e vivono nel sottosuolo, cosa abbastanza notevole considerate le loro enormi dimensioni. I divoratori possono raggiungere i 30 metri d’altezza (dal livello della superficie), ma il resto del corpo che rimane sottoterra può essere lungo quasi il doppio. Aggressivi e disposti a tutto per difendere il proprio territorio, i divoratori si nutrono assorbendo immense quantità di radiazioni solari. Il loro habitat naturale sono pianeti, asteroidi o lune dall’atmosfera rarefatta o del tutto assente. Inoltre, come in una sorta di fotosintesi, consumano minerali e metalli del sottosuolo per trasformare le radiazioni solari e i minerali in energia, necessaria per sostenere la loro enorme massa corporea.


▹ Varren
Creature carnivore simili a cani terrestri, ma che possono raggiungere le dimensioni di un orso grizzly. Vivono tra le rovine di Feros e la loro carne è commestibile.
▹ Biotica
Il termine “biotica” si riferisce ai poteri che consentono di influenzare e maipolare i campi di forza mediante degli impulsi elettrici biologici generati dal cervello e dal sistema nervoso.

Un biotico (vale a dire un individuo che possiede delle abilità biotiche) è quindi in grado di modificare il mondo fisico con il potere della mente, riuscendo per esempio a utilizzare poteri telecinetici e a distorcere la percezione sensoriale degli avversari.
▹ Tipologie di poteri biotici
I poteri biotici si possono suddividere in tre grandi categorie:
Telecinesi Consente ai biotici di sollevare e scagliare oggetti o nemici usando campi di forza che riducono la massa.
Cinetica Consente ai biotici di bloccare o immobilizzare gli oggetti usando campi di forza che aumentano la massa.
Distorsione spaziale Consente ai biotici di distruggere gli oggetti usando campi di forza che modificano rapidamente la massa.
▹ L’influenza dell’elemento zero
L’elemento zero è la sostanza su cui si fonda gran parte della tecnologia prothean, a partire da quella che consente il viaggio iperluce, ma il suo impatto nell’ambito della biotica non è affatto da sottovalutare. Lo studio del legame tra i poteri biotici umani e l’esposizione all’elemento zero è stato fondamentale per capire e migliorare l’uso delle abilità biotiche, sia in campo scientifico sia militare.
▹ Gli umani e le abilità biotiche
Esponendo all’elemento zero 100 feti ancora nell’utero materno:
-60 non hanno alcuna reazione.
-30 presentano una reazione negativa simile a quella provocata dall’esposizione radioattiva.
-10 sviluppano poteri biotici di potenza e permanenza variabili.
-Di questi 10, solo 1 presenta abilità biotiche permanenti di moderata potenza.
Per stabilire e sfruttare le abilità, altrimenti insignificanti, è necessario installare degli appositi impianti.
L’età ottimale per l’installazione degli impianti è all’inizio della fase puberale (intorno ai 12 anni). La probabilità di sviluppare poteri biotici in età postnatale cala sensibilmente, e in ogni caso l’efficacia delle abilità ottenute dopo la nascita è quasi irrilevante. Il rischio di reazione negativa rimane elevato. I biotici umani vengono classificati in base al tipo di impianti che possiedono e alla potenza relativa delle loro abilità.
L1: questi biotici possono manipolare piccoli oggetti, ma non sferrare attacchi offensivi diretti.
L2: la potenza di questi biotici varia in modo considerevole. La maggior parte sono più forti dei biotici L1, ma i loro impianti sono più invasivi e dolorosi. Alcuni L2 sono molto potenti e altrettanto instabili; altri, pur essendo straordinariamente forti e stabili, sono costretti a convivere con tremende emicranie. I biotici L2 sono quasi tutti della stessa età, dato che gli impianti di questo tipo sono stati progettati e installati in un preciso periodo di tempo.
L3: biotici di moderata potenza ed stremamente stabili. Pochissimi sono più potenti dei biotici L2, ma al contrario di questi ultimi non provano alcun dolore. I biotici L3 sono tutti di età inferiore ai 25 anni.
L3-M: abbreviazione di “L3 modificato”, vale a dire un biotico L2 o L1 che si è sottoposto a un pericoloso intervento chirurgico per sostituire i propri impianti con modelli più nuovi ed efficienti. E’ una procedura ritenuta contraria all’etica che può destabilizzare gravemente l’individuo.
L3-X: impianti installati in un candidato non idoneo.
▹ L’addestramento biotico
Dopo aver scoperto il legame tra abilità biotiche ed esposizione all’elemento zero in età prenatale, la Conatix Industries creò il cosidetto addestramento biotico con l’appoggio del governo umano per condurre esperimenti in questo nuovo campo. In realtà non era altro che il primo tentativo di convincere i biotici “accidentali” ad accettare di essere studiati in laboratorio.
Per accelerare e aumentare la portata di questi esperimenti, furono ingaggiati esperti alieni per assistere i ricercatori umani. Poco tempo dopo, l’assistenza di altre specie non fu più ritenuta necessaria.
Nel corso del programma della Conatix, i pochi istruttori alieni vennero utilizzati solo per brevi periodi.
Oggi sappiamo che all’epoca il livello tecnologico era tutt’altro che ottimale. I risultati ottenuti furono infatti deludenti, e gli esperimenti vennero interrotti improvvisamente in seguito al decesso di un istruttore, che causò un piccolo incidente diplomatico.
Ora l’addestramento biotico viene gestito dall’esercito e, in misura minore, da compagnie private vicine alla Conatix.
L’addestramento biotico si svolgeva sulla stazione Gagarin (dal nome del primo cosmonauta umano della storia), la struttura più lontana dal sistema solare nei decenni precedenti alla scoperta dei portali galattici. Nei primi anni di esperimenti, la stazione fu un luogo sicuro per analizzare i nuovi biotici umani.
In alcuni casi venivano ancora convocati degli esperti alieni, considerata la carsa esperienza dei ricercatori umani nel campo dell’addestramento biotico.
▹ Le abilità biotiche delle specie non-umane
Per via della diversa fisiologia, le altre specie presentano potenzialità biotiche e una dipendenza dagli impianti del tutto differenti rispetto agli esseri umani.
▹ Asari
-Poteri biotici innati in tutte le asari, anche senza esposizione all’elemento zero.
-Potenza delle abilità variabile per questioni genetiche.
-Nessun impianto necessario.
▹ Turian
-Poteri biotici sviluppati tramite l’esposizione all’elemento zero.
-Diffusione tra la popolazione paragonabile a quella umana.
-Impianti richiesti.
-Molto più stabili e uniformi. I biotici turian sono quasi tutti di potenza moderata con eccezioni molto rare.
▹ Krogan
-Poteri biotici sviluppati tramite l’esposizione all’elemento zero, anche se pochissimi individui esposti sviluppano abilità rilevanti.
-Reazioni negative poco frequenti.
-Quasi tutti i biotci krogan sono scarsamente potenti.
-Impianti richiesti.
-Prima della genofagia, sottoporsi a un intervento chirurgico per accrescere i proprio poteri era considerato un rischio accettabile. La percentuale di successo non superava lo 0,1%.
-Per via del tasso di natalità notevolmente ridotto, queste operazioni non vengono più effettuate.
▹ Salarian
-Poteri biotici sviluppati tramite l’esposizione all’elemento zero.
-Impianti richiesti.
-Pochissimi biotici rispetto alla popolazione totale.
-Frequenza delle reazioni negative paragonabile a quella umana.
-Potenza delle abilità medio-bassa nei pochi esempi di biotici salarian.
▹ Energia oscura
Energia oscura è la denominazione assegnata alla quinta forza universale, scoperta dagli astronomi alla fine del 20° secolo terrestre. Come l’elettreomagnetismo e la gravità, l’energia oscura influenza tutta la materia della galassia, sia su scala cosmica che su scala subatomica.
Gli effetti repulsivi della materia oscura sono alla base dell’espansione dell’universo e della sua costante accelerazione. L’energia oscura viene manipolata mediante l’utilizzo di materiale estremamente raro, noto come elemento zero. Se percorso da una scarica di corrente elettrica, l’elemento zero rilascia energia oscura che può essere convogliata per creare campi di forza in grado di aumentare o ridurre la massa relativa degli oggetti.
Energia oscura e campi di forza hanno diversi utilizzi, in numerosi settori produttivi e tecnologici.
Il più significativo è sicuramente l’attenzione del viaggio iperluce, che ha permesso l’esplorazione e la colonizzazione su scala galattica.
LOCALITA’ PRINCIPALI NEL BRACCIO DI PERSEO DELLA GALASSIA
▹ Fascia di Attica

Situata nei pressi dei pericolosi sistemi terminus, la Fascia di Attica è la vera frontiera dello spazio controllato dalla cittadella. Contiene molti pianeti un tempo abitati dai prothean, e numerosi portali galattici sono disseminati nei sistemi di questa regione. Le colonie della fascia sono soggette a costanti attacchi e incursioni da parte dei vicini sistemi terminus, dato che molti pianeti sono particolarmente ricchi di risorse naturali e antiche tecnologie prothean. Anche se la cittadella rivendica ufficialmente il controllo della regione, le forze dei sistemi terminus considerano molti pianeti e sistemi sotto la propria sfera di influenza. Non volendo scatenare una guerra su vasta scala con i sistemi terminus, la cittadella ha adottato una politica di non-interferenza militare nella fiascia di attica.
▹ Eden Prime
La prima colonia umana fondata oltre i confini del sistema solare terrestre.
Oggi Eden Prime è un idilliaco pianeta agricolo.
Nei numerosi, pacifici villaggi rurali si possono trovare macchinari moderni e abitazioni caratteristiche di piccole dimensioni, immerse in piacevoli paesaggi collinari.

▹ Feros
Feros è un pianeta temperato simile alla Terra situato nella fascia di attica. La superficie è ricoperta quasi interamente dalle rovine di un’antica megalopoli prothean che si estendeva su tutto il pianeta. La colonia principale è stata fondata cinque anni fa con gli investimenti privati della ExoGeni e conta quasi 1000 abitanti, più altri 200 nei vari avamposti di esplorazione. Scoprendo che le rovine prothean erano già state saccheggiate dalle specie rivali, la ExoGeni ha subito tagliato i finanziamenti e condannato la colonia a una fine prematura. La vicinanza dei sistemi terminus rende molto instabile l’intera regione di Feros.
▹ Noveria
Noveria è un mondo ghiacciato parzialmente abitabile della fascia di attica. Ai confini dello spazio sotto l’autorità e la protezione del consiglio della cittadella, il pianeta è stato colonizzato e rivendicato dalla Corporazione per lo Sviluppo di Noveria. Quest’ultima rappresenta gli interessi di una ventina di importanti compagnie operanti nel settore dell’alta tecnologia, come il Servizio Controllo Rischi Elanus (agenzia di sicurezza), la Synthetic Insights, Ltd. (sviluppatore di intelligenze artificiali) e la Binary Helix (compagnia biotecnologica).
▹ Sistemi Terminus
I Sistemi Terminus si trovano all’estremo margine della fascia di attica, oltre i confini dello spazio della cittadella. Sono abitati da numerose specie unite soltanto dal rifiuto di riconoscere l’autorità politica del consiglio o di aderire alle Convenzioni della cittadella, che governano quasi tutte le specie civilizzate della galassia conosciuta. Ma la loro indipendenza ha un costo.
I sistemi terminus sono infatti sconvolti dalle guerre, alimentate dal rapido alternarsi di governi e dittatori alla guida delle varie specie. In questa regione le attività illegali sono all’ordine del giorno, specialmente quelle legate al traffico di schiavi.
Talvolta le flotte terminus invadono la vicina fascia di attica, anche se in genere si tratta solo di piccole incursioni contro colonie scarsamente difese. Il consiglio reagisce raramente con una rappresaglia, dato che l’invio di pattuglie nei sistemi terminus potrebbe unire le varie specie contro un nemico comune, innescando una lunga e sanguinosa guerra.
▹ Virmire

Virmire è un pianeta lussureggiante situato alla frontiera della fascia di attica. I suoi enormi oceani e la sua posizione orbitale nella zona vitale interna hanno creato una grande fascia equatoriale di terreno umido.
Solo l’instabilità politica della regione ha ostacolato la colonizzazione.
La cittadella ha avviato diverse trattative con le numerose bande criminali e le piccole dittature dei vicini sistemi terminus, per arrivare alla colonizzazione di Virmire: tutte sono però fallite per via di mutamenti nei rapporti di potere delle controparti. La cittadella ha quindi ritenuto impossibile la colonizzazione di Virmire, a meno di rilevanti cambiamenti della scena politica.
Le potenze della zona di terminus sono a loro volta poco interessate alla colonizzazione di Virmire.
In molti casi mancano delle risorse necessarie per sostenere un insediamento su un pianeta vergine e, generalmente, preferiscono rubare ai vicini ciò che serve a loro, piuttosto che realizzarlo in proprio.

Glossario
crediti: tutte le operazioni finanziarie vengono effettuate in crediti, la valuta ufficiale della galassia.
DMO: disco di memorizzazione ottica. Una piccola unità di memorizzazione portatile.
elemento zero: una sotanza naturale piuttosto rara. Se percorsa da una scarica di corrente elettrica, può creare campi di forza in grado di aumentare o ridurre la massa degli oggetti. Questo effetto viene utilizzato in moltissimi modi, dalla creazione di gravità artificiale alla produzione di materiali speciali per l’edilizia. Il suo ruolo principale, tuttavia, è quello di consentire il viaggio a velocità iperluce.
factotum: un piccolo dispositivo portatile in grado di riparare computer, scansionare documenti, modificare equipaggiamento e molto altro ancora.
genofagia: un’arma biologica creata dai salarian e utilizzata dai turian per porre fine alla Rivolta dei Krogan. Modifica il codice genetico dei krogan in modo che solo una gravidanza su mille vada a buon fine.
IV (intelligenza virtuale): un programma informatico, simile all’intelligenza artificiale, dalla spiccata personalità e che sembra dotato di libero arbitrio.
In realtà non è altro che un codice ben programmato.
Jump Zero: termine colloquiale riferito alla stazione Gagarin (dal nome del primo cosmonauta umano).
Nei decenni precedenti alla scoperta del portale galattico di Plutone, questa stazione era l’installazione umana più distante dal sistema solare. Veniva utilizzata per osservare lo spazio profondo, come base di esplorazione e per condurre esperimenti particolrmente pericolosi.
I primi tentativi di viaggiare a velocità iperluce, tutti falliti miseramente, vennero effettuati proprio sulla stazione Gagarin, che per questo motivo fu poi soprannominata Jump Zero (“salto zero”, in contrapposizione al “salto nelle stelle” che era stato promesso all’umanità).
Dopo la scoperta dei portali galattici e l’ingresso degli umani nella comunità galattica, la stazione venne parzialmente demolita e spostata dalla parte opposta del portale più vicino alla Terra.
Qui funge ancora oggi da “cancello d’ingresso” dello spazio umano. Il soprannome Jump Zero non ha più una connotazione dispregiativa, ma viene associato al primo balzo dell’umanità nell’esplorazione dell’universo. Agli albori della ricerca nel campo della biotica, la stazione fu utilizzata per valutare i primi biotici umani. Talvolta venivano segretamente convocati degli esperti alieni per supervisionare l’addestramento dei biotici, considerata la scarsa esperienza dei ricercatori umani.
La stazione Gagarin, vero e proprio simbolo dell’umanità, è diventata il “guardiano” del mondo natale terrestre.
olovisione: tecnologia che consente di visualizzare immagini tridimensionali in movimento, usata per riprodurre film, documentari, concerti o esibizioni teatrali.
potenziamenti: un’ampia varietà di aggiunte o migliorie intercambiabili per armi e corazze.
I potenziamenti possono essere spostati da un oggetto all’altro per migliorarne le prestazioni.
superficie: superficie di un pianeta. Termine usato dai soldati umani per indicare la superficie di un pianeta:”In sella ragazzi, si va sulla superficie!”
viaggio iperluce: il viaggio iperluce (cioè a una velocità superiore a quella della luce) è reso possibile dai portali galattici prothean e dall’uso dell’elemento zero.

————————————————————-
nota: Le seguenti voci provendono dal Codex esclusivo allegato nell’edizione limitata di Mass Effect per Xbox 360, la trascrizione è a cura di Afterlife per Mass Effect Legion.com, se ne vieta pertanto la copia anche parziale senza previo consenso scritto dell’autore.