Blasto: Eternity is Forever


blasto_1
La collezione fumetti di Mass Effect si impreziosisce con un must have per i veri intenditori della serie; protagonista: Blasto, il primo spettro hanar e re assoluto del cinema d’azione galattico.
Ormai noto tra i fan della serie quanto tra gli abitanti della galassia di Mass Effect, Blasto si mostra per la prima volta in azione dentro ad un’avventura tutta sua.
Omar Francia si conferma nuovamente disegnatore per eccellenza dei fumetti di Mass Effect, e torna ad impugnare i suoi medium per questo albo scritto da Mac Walkters.
Il fumetto è stato rilasciato in occasione dell’N7 Day il 7 Novembre del 2012 al prezzo di 0,99 , solo in formato digitale ed in inglese, in italiano per il momento è stato tradotto unicamente da noi di Mass Effect Legion.
Trama
“Su una remota stazione spaziale nei pressi del pianeta natale degli Elcor.. un singolo Spettro, pone fine alle malefatte di una banda di mercenari fuorilegge, che di apprestava a dominare la galassia.””
blasto_2Lo show ha inizio con un primo piano di Blasto che, ancora una volta, porta a termine con successo – e stile – la sua missione di Spettro; di ritorno alla Cittadella per ricevere la sua prossima missione, viene aggiornato da un informatore turian che Kronus, scienziato krogan dalle folli manie di protagonismo, ed acerrimo nemico dell’audace Spettro, è riuscito ad evadere dalla nave-prigione dove era incarcerato.
Dopo che ben tre spettri sono stati sguinzagliati all’inseguimento di Kronus, per poi perire inesorabilmente, è ora il turno di Blasto, l’unico ad essere già riuscito in precedenza ad incarcerare le chiappe dello scienziato pazzoide, e che si getterà a capofitto nella missione, senza timore alcuno.
Ma in questa missione non sarà da solo: preoccupato di poter perdere uno dei migliori agenti su piazza, il turian assegna lui un partner, o meglio una partner: Cerulean Star, affermata attrice asari di successo che, come solo i più brillanti supereroi possono vantare di avere, cela insospettabile una seconda identità, come spettro del consiglio.

Anche se restio verso l’aiuto che potrebbe fornirgli la bella asari, , anche solo per il gusto di rifarsi l’occhio di tanto in tanto, i due partono per la missione verso Virmire, unica pista possibile, tracciata prima di morire dallo spettro mentre pedinava Kronus.
Durante il viaggio, Blasto spiega a Cerulean che Virmire è il luogo ideale per nascondersi, poichè considerato inabitabile in seguito ad un’esplosione nucleare avvenuta sul pianeta, e proprio per questo nessuno controllerebbe proprio lì.
Dopo una breve disputa su chi abbia o meno un fondoschiena, nell’eventualità che possano farne fritto misto prima ancora di atterrare, ritroviamo Blasto e la sua partner Cerulean all’interno della struttura sospetta.
Con un’entrata in scena che renderebbe fiero di lui Sergio Leone, Blasto termina la pattuglia krogan in un soffio, liberando la via per il cuore della base, in fondo alla quale scopriranno probabilmente la risposta ai loschi piani di Kronus.
Come lo fermeranno, ve lo lasciamo scoprire da soli, quel che è certo è che lo faranno con stile.
Commento Finale
blasto_2
Obiettivamente parlando, Blasto: Eternity is forever non è realmente un “must have” per i fan di Mass Effect, ma i pignoli collezionisti potrebbero non resistere alla tentazione di portarsi a casa anche questo pezzettino di Mass Effect, sebbene della storia principale non abbia proprio nulla.
E’ ovvio che il titolo è un’idea bizzarra degli sviluppatori, spinta probabilmente dall’inaspettata attenzione che il fan base presta a questo tipo di comparsate.
In ogni caso, bisogna ammettere che il fumetto è veramente ben fatto: i disegni e i colori sono molto belli, a livello di humor risulta simpatico e non volgare, persistono i doppi sensi e l’uso delle asari come sexy aliene, sogno proibito per eccellenza di tutte le altre specie.
In conclusione, un valido fumetto da leggere senza troppe pretese.